[ Citazioni ] > Karl Mannheim > Ideologia e Utopia

Posted by on 23 Gennaio 2013 in Blog | 0 comments

[ Citazioni ] > Karl  Mannheim > Ideologia e Utopia

Nel linguaggio comune i termini ideologia ed utopia hanno finito con l’assumere una connotazione negativa che ne ha fatto perdere forza e significato. Spesso il primo termine viene usato quasi come sinonimo di pensiero falso mentre il secondo come sinonimo di fantasticheria priva di ogni riferimento concreto. D’altro canto il pensiero dominante non perde occasione per ribadire la morte avvenuta delle ideologie, alimentando a volte una utopia tecno scientifica capace di risolvere poco alla volta ogni umano problema.

Il termine ideologia può essere definito, oggi, come il complesso di valori, credenze (in parte vere e in parte false), atteggiamenti che orientano un dato gruppo sociale, una classe sociale, un gruppo di interesse, un partito, una lite, una professione. La sua funzione è quella di descrivere, spiegare e soprattutto giustificare la posizione di questi all’interno della società.

 

Ideologia e Utopia


 

Il concetto di “ideologia” riflette una scoperta che è venuta emergendo dalla lotta politica; vogliamo alludere alle convinzioni e alle idee dei gruppi dominanti, le quali sembrano congiungersi così strettamente agli interessi di una data situazione da escludere ogni comprensione dei fatti che potrebbero minacciare il loro potere. Con il termine di “ideologia” noi intendiamo così affermare che, in talune condizioni, i fattori inconsci di certi gruppi nascondono lo stato reale della società a sé e agli altri e pertanto esercitano su di esso una funzione conservatrice.

Il concetto di “utopia” pone in luce una seconda e del tutto opposta scoperta: esistono cioè dei gruppi subordinati, così fortemente impegnati nella distribuzione e nella trasformazione di una determinata condizione sociale, da non riuscire a scorgere nella realtà sé non quegli elementi che essi tendono a negare. Il loro pensiero è incapace di una diagnosi corretta della società presente. Tali gruppi non si occupano affatto di ciò che realmente esiste, pensi cercano con ogni mezzo di mutarlo. Il loro pensiero non è mai un quadro obiettivo della situazione, ma può essere usato soltanto come una direzione per l’azione. Nella mentalità utopica, l’inconscio collettivo, mosso essenzialmente dai progetti per il futuro e da una decisa volontà pragmatica, finisce con il trascurare certi aspetti della realtà. Esso svolge, per così dire, le spalle a quanto potrebbe minacciare la sua convinzione profonda o paralizzare il suo desiderio di rivoluzione.

L’elemento inconscio partecipato dalla collettività e lo slancio pragmatico che ne consegue tendono da due diverse direzioni, a celare alcuni aspetti fondamentali della realtà.

[…]

Lo studio delle ideologie ha fatto suo il compito di smascherare gli inganni e le mistificazioni, più o meno consapevoli, che sono presenti negli interessi dei gruppi, in particolare dei partiti politici.

Karl Mannheim, 1935

 


Fonte: Karl Mannheim, Ideologia e Utopia

 

Siamo come nani sulle spalle di giganti, così che possiamo vedere più cose di loro e più lontane, non certo per l’altezza del nostro corpo, ma perché siamo sollevati e portati in alto dalla statura dei giganti.

Bernardo di Chartres

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi